io non butto via niente, nemmeno le occasioni (2)

Dopo quella prima giornata, ero pronta a tutto… anche a svegliarmi alle 8 del mattino – cosa che non succedeva da mesi.

Inizia il secondo giorno, con sveglia a un orario in cui il sole non è ancora sorto e una colazione abbondantissima ma super veloce, perché alle 9 c’è il ritrovo con i maestri di sci. Alle 9 però nella hall ci sono solo loro ad aspettarci (siamo tutti un po’ in ritardo).
Un po’ alla volta, man mano che scendiamo, iniziamo a dividerci in gruppetti:
c’è chi non ha MAI messo gli sci ai piedi, chi solo poche volte, chi scia da anni…
(io ho sciato qualche volta da piccola, ma ho solo ricordi molto vaghi, risalenti a decine di anni fa, di settimane bianche sulle Dolomiti con i miei genitori… quindi per sicurezza mi metto nel gruppetto di quelli che non hanno MAI sciato.)

Prendiamo la navetta che ci porta al noleggio sci e ci rimaniamo una mezz’oretta, o forse più, per trovare e provare scarponi della giusta misura (e poi perché non essendo grandi esperti ci impieghiamo un po’ per infilarli e non capiamo come mai facciano così male!)
prova scarponi

Siamo pronti, finalmente!
Tutti bardati, con sci in mano, racchette, scarponi ai piedi e anche un bel caschetto, ci incamminiamo verso le piste…
Ce li mettiamo questi sci? Proviamo?sci
Aiuto! Allora partiamo!
Albert e Alfred ci fanno una mini lezione teorica, ci spiegano alcune regole base e ci ricordano che “SCIARE è COME ANDARE IN BICI: NON SI DIMENTICA MAI!”
E infatti facciamo la prima salita tutti insieme su un mini rullo per bambini, la seconda sullo skilift e poi iniziamo a prendere la mano e ci divertiamo tantissimo!
caschetto
Ci danno addirittura la Action Cam della Sony per sport estremi e io sono proprio felice (si vede tanto??):
Action Cam Sony

Per concludere in allegria la mattinata, andiamo a conoscere Rudolph, la renna
Rudolph

e a salutare la famigliuola felice di pupazzi di neve giganti
pupazzoni di neve

Dopodiché torniamo tutti giù, verso l’hotel… chi sciando (che folli: alcuni hanno fatto le piste nere!) e chi al sicuro, in ovovia, godendosi il panorama, come me e artemisia:
artemisia dall'ovovia
cime
alberi innevati

Andiamo a mangiare in un altro rifugio sul Monte Elmo, con una vista spettacolare.
Ci abbuffiamo di nuovo, riprendiamo le energie e ci riposiamo un po’.
Si vede che siamo tutti blogger e/o web addicted: siamo sempre tutti con smartphone e tablet in mano!
tavolata

Concludiamo il pranzo con un ottimo dolce: frittelle!
frittelle!
E decidiamo di fare ancora 4 o 5 discesine, giusto per smaltire il pranzo e per goderci il tramonto:
pecorelle

Ancora una volta, per tornare all’hotel, c’è chi sceglie di scendere dalle piste nere e chi sceglie la funivia – come me, LaFra e un simpatico cagnolino che diventa subito nostro amico:
cagnolino

Rientriamo in albergo, ci facciamo una doccetta veloce e finalmente arriva il momento più bello della giornata: il relax nella SPA! Quella dell’hotel BadMoos è la SPA più grande, più bella e più divertente che io abbia mai visto… forse sono state il contesto e la compagnia a renderla così, ma io quel giorno ho fatto cose che non avevo mai fatto nella mia vita e il cui ricordo mi mette ancora di buon umore: non ero mai entrata in una piscina all’aperto d’inverno con la neve attorno, non mi ero mai tuffata in costume nella neve, non mi ero mai immersa fino al collo in una vasca con l’acqua a 6° perdendo la sensibilità di tutto il corpo per qualche secondo e sentendolo pieno di spilli subito dopo… e in tutto ciò sono riuscita a portar dentro il telefono (e anche a non farlo mai cadere in acqua! che impresa!) e a scattare qualche foto…
piscina blu
Zagu Fashion
(Dai, lo so che sono bruttine, ma almeno rendono l’idea del momento e del nostro divertimento!)
tuffo nella neve
piscina gialla
piscina verde
zagu e dietnam
testaepiede
teste galleggianti

Poi ci sono quelle che abbiamo fatto con la fotocamera interna, che sono ancora peggio, ma a me piacciono tanto lo stesso:
blu
treteste
piscina rosa
piscina rossa
piscina rosa

Il momento relax si conclude con un piacevolissimo massaggio di 40 minuti con i rotolini di zolfo.
piscina riscaldata

Bene, sono rinata. È stato bellissimo.
Ma non è mica finita!
Andiamo in camera per una doccia veloce e poi tutti a pranzo nel ristorante dell’hotel:
deliziosi canederli ai porcini e crema di spinaci, secondo a buffet e a volontà, un buonissimo dolce che profumava di arancione…
primo e secondo
dolce arancione

E non è finita neanche adesso!
Arriva il momento del trivia #DolomitiLove: ci dividiamo in due squadre, con smartphone alla mano, pagina di Google aperta e Twitter pronto per rispondere.
Ecco alcuni esempi di domande:

  • In che anno, per la prima volta, lo sci alpino fece ufficialmente parte dei Giochi Olimpici Invernali?
  • Quanti stili di snowboard esistono?
  • Quello delle Dolomiti è il complesso sciistico più grande d’Europa. Quanti km di piste comprende?
  • Cosa significa “Pustertaler Freiheit“ (marchio birra alta pusteria)?
  • A quando risale la più antica testimonianza sui canederli?

E vinciamo noiii!!!
vinto!
Ci consegnano dei premi bellissimi (felpe e giacche a vento), ci fermiamo ancora un po’ nella hall a chiacchierare e a festeggiare, poi la stanchezza ci trascina in camera… tutti a nanna!

Che giornata intensissima… Grazie Dolomiti Super Ski!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...